Home Glossario della pesca Spinning: definizione, attrezzatura, come si esegue, la pesca

Spinning: definizione, attrezzatura, come si esegue, la pesca

116
1
Spinning
Spinning

Un modo divertente per godersi l’attività della pesca, soprattutto nelle prime fasi, è lo spinning. Pur essendo semplice, è versatile ed emozionante. L’ideale per permettere ai principianti di acquisire dimestichezza.

Quando la maggior parte delle persone sente la parola “pesca”, solitamente l’immagine alla quale la associano è proprio quella dello spinning: si sta in piedi su una riva con una canna e si lancia ripetutamente un’esca finché un pesce non abbocca. 

La parte “spin” del nome deriva dall’attrezzo utilizzato, un mulinello. Questo mulinello è uno dei più comuni e uno dei più facili da usare. La tecnica può essere applicata per qualsiasi tipo di pesce. È apprezzata da persone di ogni età. Non solo è popolare, ma rende facile catturare la preda.

pesca spinning
pesca spinning

Spinning: l’attrezzatura necessaria

L’attrezzatura necessaria per lo spinning è piuttosto rudimentale. Implica pochi accessori:

  • Licenza di pesca valida
  • Canna con mulinello
  • Esche
  • Un paio di pinze ad ago per rimuovere l’amo dalla bocca del pesce in sicurezza
  • Occhiali da sole (facoltativi) 

Prima di scegliere fate ricerche in rete o provate eventualmente a contattare degli amici, qualora abbiano già esperienza in proposito. Il set corretto dipende dalla specie che si desidera prendere. Ci sono diversi modelli di canne, e ognuna di esse è più adatta ad un certo compito. Alcune funzionano meglio nel caso delle prede piccole, mentre altre hanno maggiore efficacia per quelle grandi, le esche grandi e pesanti. Alcune sono appropriate in acqua dolce, mentre altre in acqua salata.

Analogo il principio delle esche artificiali. Il ricorso ad uno spoon di dimensioni medie può essere indicato per la cattura di trote; uno swimbait di plastica è, ad esempio, consigliabile invece per i branzini. 

artificiali da spinning
artificiali da spinning

Dunque, nel momento di ordinare l’attrezzatura occorrente, fate caso alle norme che disciplinano la zona: possono proibire l’impiego di esche artificiali, pesi o lenze contenenti piombo, e, in determinate circostanze, pure vietare gli ami spinati o da pesca. Le esche vive sono messe sul “libro nero” da numerosi parchi: non lasciatele mai inutilizzate in acqua e assicuratevi di controllare il relativo regolamento.

Spinning: come si esegue

Lo spinning è uno delle tecniche meno complicate. Che la abbiate già o meno provata, capire come si fa è questione di poco. Cominciate fissando la vostra esca all’estremità della lenza. Una volta compiuta l’operazione, siete pronti a lanciare. 

Iniziate ad avvolgere l’esca. La velocità e il ritmo di recupero dipenderanno dal tipo di pesce e dalle specie ambite. A certe potrebbe piacerne una più lenta, mentre ad altre una veloce.

La velocità influisce pure sull’ “azione”, spesso ciò che fa mordere l’esca, facendole sembrare un piatto appetitoso. Osservate le strutture sottomarine (es.le rocce e gli alberi) quando la tirate – la velocità influirà sulla vostra capacità di evitare intoppi. Più la riavvolgerete, più poco profondo l’esca nuoterà. Più lentamente lo farete, più profonda sarà.

esche per lo spinning
esche per lo spinning

Dove fare lo spinning 

Si può eseguire lo spinning da praticamente ogni posizione, seduti o in piedi. Luoghi di facile accesso, quali banchine, moli e piattaforme, offrono uno spazio aperto per dare sfogo alla vostra passione e rilassarvi. Appostarsi presso rive o litorali è un’ottima soluzione per essere più vicini all’acqua e sentirsi più legati alla natura. In alternativa, salite su una barca, una canoa oppure un kayak.

Informatevi sulle caratteristiche del pesce che desiderate prendere: vi aiuterà a individuare il posto giusto. Una barca in mezzo al lago, una banchina o la riva sono tutte strategie proficue, purché adatte allo scopo prefissato. E badate alla sicurezza! 

Seguite alla lettera le istruzioni sui dispositivi di galleggiamento personali (PFD) e monitorate i bambini piccoli eventualmente portati con voi. Siate al corrente di qualunque direttiva del parco che vieta la pesca in determinate punti, talvolta comprendenti banchine, rampe per le barche o moli.

Aspettative per la pesca a spinning

Che siate alla ricerca di un pesce gatto, di una trota o semplicemente abbiate nei piani un pomeriggio speso a procacciare piccoli panfish, lo spinning ha una straordinaria versatilità. Ponetevi infine le seguenti domande alla prossima occasione che programmate una gita:

  • Che tipo di pesce voglio catturare?
  • Dove voglio pescare?
  • Come mi comporterò quando sarò lì? Presiederò la riva, dalla barca o un molo?
  • Voglio persone accanto o preferisco agire in autonomia?
  • Che genere di esperienza voglio?

Ad maiora!

1 commento

Comments are closed.