I mulinelli per baitcasting: Garcia, Shimano, Daiwa

0
51
Mulinello Daiwa TACT100HSL TATULA CT Baitcast Reel, Black by Daiwa
Mulinello Daiwa TACT100HSL TATULA CT Baitcast Reel, Black by Daiwa

I mulinelli per baitcasting sono strumenti fondamentali per coloro che vogliono pieno controllo. Permettono di posizionare l’esca nei punti ideali. E ferrare con estrema forza. Inoltre, molte tecniche possono trovare qui impiego. Su un mulinello per baitcasting, l’asse di rotazione della bobina è perpendicolare al corpo del mulinello.

Dunque il filo si stacca direttamente ed è più facile usarne anche pesanti. L’unica torsione verrà dal recupero. Grazie alla particolare conformazione della bobina, è indicato per applicare maggiore potenza. Inoltre, poiché le maniglie sono montate direttamente sul telaio del cilindro, non può assolutamente flettersi.

mulinelloAbu Garcia Revo Toro
mulinelloAbu Garcia Revo Toro

Grande, forte e lenta: impiegare grandi esche richiede una bobina con tali caratteristiche. Abu Garcia Revo Toro è disponibile in due taglie: 50 e 60.

Entrambe con due diversi rapporti di recupero. E ciascun modello consente il recupero sia a sinistra che a destra. Il telaio e la piastra laterale in alluminio X-Craftic si allineano quasi perfettamente. Ma quest’ultima senza maniglia si estende oltre il telaio nella parte anteriore della bobina di circa mezzo millimetro.

L’impugnatura da 110 mm incredibilmente lunga del mulinello compie un piccolo movimento avanti e indietro. Mentre le manopole di grandi dimensioni ballano un po’ anche dentro e fuori dal manico. L’ingranaggio principale in ottone contribuisce alla levigatezza generale della bobina. Il sistema di trascinamento eroga una potenza fissata a 13 kg. La bobina ha una pressione massima di 11 kg. Abbastanza fluida e coerente nelle prestazioni. Abu Garcia utilizza il sistema di frenatura InfiniMax nella nuova REVO Toro Beast. Un doppio sistema di frenatura con freni centrifughi regolabili sul rotore della bobina insieme al quadrante magnetico. Regolabile tramite un quadrante sulla piastra laterale senza maniglia del cilindro.

Questo sposta una serie di magneti dentro e fuori dal rotore della bobina per controllarne lo spin. Infine, due maniglie aggiuntive elettriche, normalmente riservate per l’aftermarket, presentano una sola manopola. E sono abbastanza grandi per inseguire le specie costiere o altri pesci grandi. Il mulinello Abu Garcia ha un vento non livello di disinnesto

Shimano Curado

Come gli altri mulinelli Shimano, il Curado I è noto per essere un mulinello da recupero estremamente fluido. Ciò grazie alla tecnologia X-Ship e Shimano Stable Spool Design (S3D).

Il telaio in alluminio AL e i cuscinetti in acciaio A-RB schermati sono progettati per renderlo resistente a lungo. Mentre la maggior parte delle persone lo considererebbe d’acqua dolce, è perfettamente adatto anche per la pesca costiera in mare. Purché venga ben risciacquato e pulito proprio come tutti i tuoi attrezzi di acqua salata.

SHIMANO Curado 7.2- 1 CU71HG Left Hand baitcasting Mulinello
SHIMANO Curado 7.2- 1 CU71HG Left Hand baitcasting Mulinello

Lo Shimano Curado I offre prestazioni e affidabilità a un prezzo accessibile. Alla voce X-Ship appartengono differenti funzionalità. Che lavorano insieme per offrire elevata efficienza. Il pignone è supportato anche da due cuscinetti a rulli A-RB schermati. Così da aumentare l’efficienza e la longevità della bobina. Il nuovo sistema frenante SVS Infinity, configurabile in 4-6 modalità, esalta controllo e prestazioni di frenata costanti in ogni condizione. Per via della bobina S3D le vibrazioni si riducono. Il nuovo design del portello d’uscita agevola l’accesso alla bobina e al meccanismo di frenatura.

Con il semplice tocco di un interruttore nella parte inferiore del telaio. L’alluminio offre protezione idonea alla sofisticata parte interna. Ne consegue un corpo rigido e resistente, che permette di pescare pesci anche con grossa taglia. Un cuscinetto a rulli unidirezionale consente di impostare istantaneamente il gancio come e quando si desidera. Il sistema Super Free Spool è progettato affinché il pignone sia sospeso da un cuscinetto a sfere e quindi abbia meno attrito. In tal modo la distanza di lancio può essere esponenzialmente maggiore.

Il sistema di trascinamento Cross Carbon posiziona le rondelle in fibra di carbonio su entrambi i lati dell’ingranaggio principale. Per una pressione uniforme su entrambi i lati. E una resistenza che permane pure sotto carichi pesanti. Regolabile con precisione sfrutta la resistenza a stella sovradimensionata costruita in alluminio solido.

Le piastre laterali composte, pur non essendo resistenti come l’alluminio solido, sono molto più leggere. E contribuiscono a realizzare il mulinello, che pesa appena 215 grammi.

Daiwa Tatula CT Baitcast Fishing Reel

La Daiwa Tatula è un mulinello molto resistente con grandi caratteristiche tra cui l’innovativo rullino guidafilo T-Wing. Un sistema unico, che risolve il problema attrito, solitamente causato dal sistema eolico. Con design unico, ha una linea libera, che fluisce attraverso la parte larga della sezione superiore durante il lancio. Al momento del recupero, essa scivola nella scanalatura inferiore e viene quindi uniformemente distribuita sulla bobina. Il robusto telaio e la piastra laterale sono in alluminio leggero, progettati con precisione. Portano la bobina a pesare dai 215 e 230 grammi. Il rotore d’aria ha un peso invece del 15% inferiore rispetto a uno tradizionale. Ma è anche progettato per distribuire uniformemente lo stress sul materiale composito di carbonio Zaion.

Mulinello Daiwa TACT100HSL TATULA CT Baitcast Reel, Black by Daiwa
Mulinello Daiwa TACT100HSL TATULA CT Baitcast Reel, Black by Daiwa

E centrare due obiettivi: resistenza e dimensioni ridotte. Tutti e tre i modelli Tatula utilizzano quello che Daiwa definisce il sistema Ultimate Tournament Carbon Drag. Costituito da rondelle di trascinamento in fibra di carbonio sovradimensionate, prevede una distribuzione uniforme della forza sulla spola.

L’esclusivo sistema di frenata magnetica Magforce-ZDaiwa consente alla bobina di ruotare liberamente all’inizio della ricerca. E quindi, nel momento opportuno, applicare i magneti per iniziare a rallentarne la rotazione. Ed evitarne di rovinarne la parte posteriore. Il backsharing è un problema comune per molti pescatori, specialmente quando si inizia a usare un baitcaster. C’è una regolazione del quadrante sulla piastra laterale che consente all’utente la giusta pressione.

A seconda delle sue preferenze personali, del peso e dell’esperienza. L’ampia impugnatura posiziona i paddles più vicini al centro del mulinello e della canna. Da ogni manovella viene trasferita maggiore potenza alla bobina, che non viene inutilmente sprecata. Traducendosi in maggiore robustezza durante il recupero. Ergonomicamente il mulinello si adatta perfettamente al palmo della mano e assicura un’esperienza senza stress dopo molte ore di pesca.